Condizionatori sottocosto

Condizionatori sottocosto
voti 17 - 4.3

 

Cosa comprare con meno di 400 euro:


 
 

Siamo abituati a sbalzi di temperatura che anni fa non esistevano. Alcuni anni abbiamo assistito nel mese di giugno a piogge e tempo nuvoloso per poi ritrovarsi l’afa insopportabile qualche mese dopo.

Tempo instabile che ci prende alla sprovvista e nel giro di pochi giorni parte la corsa al condizionatore sottocosto per riuscire a dormire di notte.

Facciamo un passo indietro prima di parlare di prezzi, analizzando cosa va preso in esame prima di procedere all’acquisto impulsivo.

 
Scegliere il giusto condizionatore per la casa può essere una vera e propria impresa, soprattutto se siete al vostro primo acquisto e non avete davvero idea di quali siano le variabili da tenere in conto prima di effettuare la spesa.

Un condizionatore di buona qualità può arrivare a costare anche mille euro, ma esistono in commercio modelli estremamente più economici ed in grado di fornire comunque ottime prestazioni. Come fare, dunque, a orientarsi nella scelta?

Partiamo da una piccola precisazione: prima di ogni altra cosa è necessario valutare le dimensioni della propria abitazione. Nel caso di abitazioni molto grandi, è sempre preferibile posizionare all’interno della casa 2 o più condizionatori, magari di media o piccola portata, piuttosto che uno molto potente.

Questo permetterà una migliore diffusione dell’aria fredda ed un maggiore ricircolo della stessa. Un condizionatore di buona qualità sarà in grado di raffreddare l’ambiente in maniera uniforme e graduale senza creare sbalzi di temperatura e senza gravare troppo sul costo della bolletta.

Se non avete idea di come fare a scegliere il giusto condizionatore per la casa, ecco i parametri che vi consigliamo di osservare:

 
 

1) Dual split o monosplit? Differenze

Dual split sta per “unica unità esterna per più apparecchi“, monosplit sta per “unica unità esterna per ogni apparecchio“. In sostanza, il condizionatore è dual split quando consente di agganciare due o più unità ad un unico motore esterno.

Inizialmente questo comporta a una maggiore rapidità di installazione e a costi relativamente ridotti, ma alla lunga può provocare un aumento delle spese gestionali.

E’ inevitabile, infatti, che acquistando un dual split una delle due unità interne sia molto lontana dal motore esterno (a meno che non vogliate inserirne due una accanto all’altra, e sarebbe una follia!). Ma più lontana si trova l’unità interna rispetto a quella esterna, maggiore è il tragitto che l’aria deve fare per raggiungerla, attraversando le tubature.

Questo porta a un notevole dispendio di energie e, dunque, a un aumento dei costi in bolletta.

 

2) Condizionatore fisso o condizionatore portatile?

La scelta tra condizionatore fisso e condizionatore portatile dipende strettamente dalle esigenze dell’abitazione nella quale andrà collocato.

Abitazioni molto piccole, o grandi ma ben esposte e ben ventilate, riusciranno a raffreddarsi correttamente con l’utilizzo di un buon condizionatore fisso.

Se, al contrario, l’abitazione è esposta male al sole o risulta poco ventilata e parecchio calda, sarà molto più funzionale un condizionatore portatile. Il condizionatore portatile è ideale per raffreddare una camera e tutte quelle case all’interno delle quali il sole batte “a settori”. Al mattino una stanza, al pomeriggio un altra, alla sera un’altra ancora.

Se non si ha la possibilità di inserire dei climatizzatori fissi singoli per ognuna delle stanze in oggetto, sarà molto difficile rendere l’ambiente vivibile in ognuna di essa nell’orario “clou” della giornata. Con il condizionatore portatile è molto più semplice: è sufficiente trasportarlo da una stanza all’altra per godere dei benefici che è in grado di offrire e per non soffrire mai il caldo.

 
 

3) Condizionatore con o senza unità esterna?

L’unità esterna è indispensabile per ottenere una potenza adeguata. Riscaldare o refrigerare un ambiente, qualunque sia la sua dimensione, non è di certo roba da poco.

Il motore deve essere potente e in quanto tale deve, logicamente, anche fare rumore. Certo, esistono condizionatori moderni ultra silenziosi, che si adattano agli standard costruttivi più elevati offerti dal commercio, ma non è sufficiente.

Il rumore della ventola c’è (ed è normale che ci sia) e soprattutto c’è l’ingombro, che anche se minimo è presente. Scegliere un condizionatore privo di unità esterna è caldamente sconsigliato: bisognerebbe optare per un acquisto di questo tipo soltanto quando le leggi interne del condominio non consentono di inserire unità esterne a vista. Oppure quando, peggio ancora, non ci sono aree esterne della casa sufficientemente grandi per ospitarle (solitamente si preferisce collocarle in prossimità di un balcone esterno, per facilitarne la manutenzione ordinaria e straordinaria)

 

Olimpia Splendid 01494 Climatizzatore Fisso Unico Smart 12 HP, Bianco, 2,7 kW Caldo...
  • Capacita nominale: 2.7 kW in raffreddamento e 2.5...
  • Installazione a parete in alto o in basso

 

 

4) Inverter, questo sconosciuto…

Acquistare un condizionatore con inverter richiede una spesa iniziale leggermente maggiore rispetto a quella che richiederebbe l’acquisto di un condizionatore tradizionale, ma la spesa viene sicuramente ripagata in brevissimo tempo dal risparmio sui consumi dell’energia elettrica.

Che cos’è l’inverter? Tradizionalmente, i climatizzatori entrano in una sorta di loop attacca/stacca per mantenere la stanza alla temperatura sulla quale sono stati regolati.

Raggiungono, ad esempio, i 19°C e poi si spengono, per riattivarsi nuovamente quando la temperatura sale di qualche grado. Questo continuo accendi/spegni provoca un notevole dispendio di energia.

L’inverter è invece una tecnologia innovativa, che consente di ottenere la massima modulabilità del getto d’aria. Il climatizzatore “spinge il proprio acceleratore” al massimo fino a raggiungere la temperatura indicata e poi rallenta gradualmente, attestandosi su consumi minimi che consentano di mantenere la temperatura costante senza andare in on/off continuo.

I risparmi che questa tecnologia è in grado di offrire arrivano a sfiorare il 30%.

 
 

5) Quanti btu per 25 o 50mq?

I BTU indicano la potenza necessaria per raffreddare una stanza di “tot” metri quadri. La formula per calcolare i BTU necessari a raffreddare una stanza è molto semplice ed è la seguente:
340 BTU/h x mq

Una stanza di 25mq avrà quindi bisogno di un climatizzatore con almeno 12000BTU di potenza, mentre una da 50mq di un climatizzatore con almeno 15000/16000 BTU

 

Dove prenderlo a prezzo sottocosto?

 

ePrice Climatizzatori
Rimane un punto di riferimento per chi vule capire la convenienza tra un negozio tradizionale e l’acquisto su internet.

Questo perchè ePrice raccoglie un insieme di servizi che lo paragonano ad un vero negozio. Difatti non solo promuove i climatizzatori fissi e portatili ma offre il servizio installazione grazie alla collaborazione attiva con tecnici specializzati.

Offre una pagina che guida l’utente ad un acquisto mirato per le proprie esigenze e, sul procedimento di ordinazione, si rivela uno dei più semplici.

L’acquisto sia da mobile che da PC Desktop appare chiaro e semplice da concludere. Accanto al prezzo viene inoltre mostrata la possibilità di pagarlo a rate tramite finanziamento.

La garanzia, per legge di due anni, può essere prolungata fino a 5 anni permettendo una sicurezza maggiore all’acquirente. Sul pagamento esiste anche l’opzione di pagare come si desidera, anche in contanti, se il ritiro è fatto in un centro autorizzato Pick and Pay.

 

Amazon Condizionatori
Il vantaggio di questo enorme sito è la quantità e disponibilità di condizionatori che nessun negozio fisico si può permettere di avere. Se ci si affida al negoziante vicino a casa, è molto probabile che avrete l’occasione di vedere qualche prodotto dal vivo e parlare con un venditore.

Un contatto diretto è sempre ben visto perchè abbiamo l’occasione di poterci confrontare con una persona specializzata che ci può guidare sulle ultime novità o sui condizionatori scontati.

Certo è che non potrà mai avvalersi dell’intera gamma proposta da un colosso come Amazon. Se avete già in mente di cambiare il condizionatore con un modello preciso, ordinarlo qui vi farà risparmiare parecchi euro, utili poi per pagare l’installazione presso un tecnico della zona. Amazon infatti offre la consegna ma non il servizio di installazione.

 

Sottocosto di Mediaworld
Sebbene sia l’abitudine più comune quella di cambiare o acquistare il condizionatore quando le temperature si fanno insopportabili, occorrerebbe sfogliare i volantini delle offerte nel periodo di bassa stagione.
E il web ci dà una mano perchè è disponibile 365 giorni all’anno. Fate tesoro di questo indirizzo perchè i sottocosto sono sempre pronti a partire in qualsiasi periodo dell’anno. Vuoi vedere che a dicembre conviene regalarsi un condizionatore?
Strano a dirsi ma, vuoi per i prezzi che precipitano dovuti alla scarsa domanda e per i prodotti in magazzino rimasti invenduti, la scelta giusta si rivela azzeccata. Sfogliare non costa nulla. A buon intenditore…

 

TOP Monosplit per Potenza e Classe di Efficienza Energetica

 


 


 


 
 

Scrivi il tuo commento