Compostiera per casa e giardino



Compostiera per casa e giardino
voti 10 - 4.1


Il compostaggio è un processo naturale attraverso il quale è possibile trasformare gli scarti animali o vegetali che comunemente vengono prodotti all’interno di un’abitazione in terriccio ricco di humus in grado di fertilizzare piante e terreni.

Per produrre in casa il fertilizzante vi potete munire di una compostiera facilmente reperibile in commercio, vi sono quelle aperte sul fondo o chiuse.

All’interno della compostiera andrete a buttare solamente rifiuti organici facendo attenzione a quelli di difficile o lenta decomposizione che potrebbero intaccare il processo di decomposizione.


Cosa inserire nella compostiera

Ideali per la realizzazione di un terreno ricco di humus sono i resti della preparazione e della pulitura delle verdure, i fondi di tè e caffè, pane raffermo, erba falciata, ramaglie preventivamente triturate ed alcuni tipi di foglie a veloce decomposizione.

Tutti questi elementi vanno accuratamente mescolati in modo da favorire e velocizzare la decomposizione. Dovete fare attenzione che i rifiuti inseriti nella compostiera non si compattino, cosa che accade facilmente con grandi quantità di erba, in tal caso la materia non viene dovutamente ossigenata andando a creare un composto acido e maleodorante.


Cosa non mettere

Non vanno gettati nella compostiera prodotti di lenta decomposizione come ossa, pelli, carta, cartone e legno; prodotti che pur essendo naturali potrebbero contenere sostanze chimiche come cotone e lana utilizzati per la creazione di abbigliamento; feci umane ed animali per questioni igieniche, semi di piante infestanti che potrebbero propagarsi approfittando di un terreno ricco; scarti di carne ed altri cibi che potrebbero facilmente attirare topi e altri animali.


Come funziona il processo

Mettendo all’interno della compostiera tutti questi scarti si va quindi ad accelerare il naturale processo di decomposizione, un processo che avviene grazie all’intervento di diverse categorie di organismi primi su tutti acari ed insetti, quindi batteri ed infine funghi che distruggono anche le molecole più resistenti come quelle delle foglie. 

Al termine del processo di decomposizione, otterrete un terreno ricco di humus, un composto organico ricco di sali minerali, molecole organiche, elementi nutritivi e microrganismi che potrete utilizzare per nutrire le vostre piante.


Le migliori compostiere per casa


4smile Kompo Compostiera termica senza fondo


La compostiera Kompo è realizzata in plastica riciclata al 100%, il materiale è robusto e resistente, non teme le intemperie ed è ideale da posizionare in giardino in quanto è in grado di proteggere il contenuto da pioggia e sole.

Il coperchio pieghevole è realizzato in modo da non aprirsi in caso di vento. Le dimensioni sono 83x61x61 centimetri. È facile da montare grazie al sistema di incastro, non avrete quindi bisogno di utilizzare alcun attrezzo. La compostiera si riempie attraverso il coperchio ribaltabile posto sulla parte superiore.

Grazie al colore scuro che consente un ottimale sviluppo del calore all’interno se posto sotto raggi solari diretti ed ai fori di ventilazione che garantiscono un costante afflusso di aria per accelerare l’effetto batterico, otterrete del fertilizzante in soli 6 mesi circa. Una volta pronto, potrete prelevarlo direttamente dallo sportello posto alla base della compostiera.


Wiltec Compostiera Girevole da Giardino


Wiltec
realizza una particolare compostiera rotante da 160 litri dotata di due scompartimenti. Una volta montata l’altezza è di 95 centimetri mentre il diametro della compostiera è di 56 centimetri per una lunghezza di 71 centimetri complessivi.

I due scompartimenti all’interno sono lunghi 22.5 centimetri ciascuno. Il contenitore, realizzato in plastica, è sorretto da un robusto telaio che vi permetterà di ruotare periodicamente il contenuto e di non fare eccessivi sforzi fisici per riempire o vuotare la compostiera.

I pannelli isolanti permettono di raggiungere la temperatura ottimale per la decomposizione, le piccole fessure per la ventilazione consentono l’entrata di ossigeno per accelerare il processo, il tutto abbinato alle costanti rotazioni vi permetterà di avere a disposizione in tempi brevi il fertilizzante fatto in casa.


Compostiera Toomax

La compostiera Toomax è un accessorio da giardino di dimensioni inferiori rispetto ad altri prodotti della stessa categoria, misura 60x60x73 centimetri. Come molte altre compostiere non è dotata di fondo, ha un coperchio superiore pieghevole dal quale inserire gli scarti alimentari ed un altro pannello sul fondo dal quale prelevare il fertilizzante una volta pronto. La struttura è in plastica, è dotata di fori per il ricambio dell’aria ma una volta pieno si presenta poco resistente e tendente alla deformazione, per quanto il montaggio sia facile, necessita di supporti per mantenere la forma.


UPP – Compostiera a Tamburo


Dotata di una struttura in plastica riciclata al 100% delle dimensioni 76x104x107, la compostiera UPP ha un volume di 180 litri. Il materiale con cui è realizzata resistente ad intemperie e raggi UV la rendono ideale per la sistemazione in giardino.
Per inserire gli scarti di giardino o alimentari è possibile aprirla a metà oppure inserire dallo sportello superiore i rifiuti. La possibilità di ruotare la struttura consente di velocizzare il processo di decomposizione così da ottenere del fertilizzante pronto da utilizzare già in un mese. I due stopper presenti consentono di riempire il cestello in qualsiasi momento.


Compostiera Bokashi Organico


I due bidoni da 16 litri sono realizzati in materiale plastico 100% riciclato le cui dimensioni sono 39x27x32 centimetri. Ogni bidone è dotato di un coperchio removibile, manico per facilitarne il trasporto, rubinetto per la fuoriuscita del liquido fertilizzante ed un pratico dosatore. Si considera che una famiglia media impieghi circa un mese per riempire uno dei due bidoni, una volta pieno occorrono circa 14 giorni affinché il processo di decomposizione si consideri ultimato. Potrete utilizzare il liquido prodotto all’interno del bidone, facilmente prelevabile tramite comodo rubinetto posto sul fondo dello stesso, per fertilizzare le piante. Il resto del compost si può aggiungere al contenuto di una compostiera più grande eventualmente presente in giardino per velocizzarne il processo e aumentarne la quantità. Considerate le dimensioni sono ideali per il posizionamento in terrazzo o su piccoli giardini condominiali.



Scrivi il tuo commento

Potrebbero interessarti anche...